Il boss e la madonna

1

07/07/2014 di La redazione

È stato definito l’«inchino della vergogna», la «processione choc», la «’ndrangheta che sfida il Papa». Niente di più falso, gli eventi di Oppido Mamertina hanno tutt’altra matrice.

I fatti come ci sono stati raccontati: A Oppido Mamertina (Calabria del sud) durante la processione della Madonna, la statua è stata fatta fermata davanti alla casa di un boss della ’ndrangheta, per omaggiarlo. Trenta secondi di sosta per simboleggiare l’inchino a Giuseppe Mazzagatti, 82enne già condannato all’ergastolo, ed ora ai domiciliari per ragioni di salute.

Diligenza a Oppido Mamertina

Ma la vera storia è tutt’altra. Il boss della ‘ndrangheta è venuto in visione alla madonna ed è stata ella stessa a parlare ai cuori dei suoi portantini per invitarli a fermarsi. Data l’eco che ha avuto la notizia sui giornali, le alte sfere celesti hanno chiesto alla First Lady dei Cieli di parlare e provare a calmare un poco il clima arroventato che si è creato. E così la madonna stessa, in conferenza stampa presso la sagrestia della parrocchia di Oppido Mamertina, ha dichiarato: «Ho avuto una visione di Giuseppe… il boss -si è affrettata ad aggiungere per evitare equivoci- mi è venuto in visione. L’ho visto in lacrime chiuso nella sua casa gravemente malato. È stato allora che ho fermato la diligenza e ho pregato per lui. Ed è stato allora che i Carabinieri si sono allontanati. Poi Giuseppe mi ha spiegato il perché del suo pianto: non era tanto per le sue condizioni di salute, quanto piuttosto perché turbato della cattiveria della gente. Giuseppe Mazzagatti si è pentito. Si è pentito e ha deciso di parlare.»

Per ora i destinatari del parlericcio del boss sono esclusivamente la First Lady dei Cieli e il vescovo di Oppido Mamertina-Palmi, monsignor Francesco Milito. Chissà che un giorno il wannabe collaboratore di giustizia si decida a parlare con i magistrati.

Insomma quello che è successo a Oppido Mamertina è stato un segno di pace, di riconciliazione, di ricongiungimento con il figliol prodigo che a 82 anni ha ritrovato la strada di casa.

«La vicenda della madonna sotto la casa dal boss ricorda un poco la storia della montagna a casa di maometto» ha dichiarato il maresciallo Andrea Marino scusandosi comunque per il potpourri di religioni.

Annunci

One thought on “Il boss e la madonna

  1. […] vicende di Oppiano Mamertina (leggi articolo) hanno ispirato uno spettacolo teatrale dal titolo «Madonne semoventi e boss casalinghi». Un […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 20 follower

Calendario

luglio: 2014
L M M G V S D
« Giu   Set »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: